Blog

Giornata Nazionale degli Alberi

21 novembre 2019

Sebbene i potenti della Terra non l’abbiano ancora ammesso all’unanimita, siamo in piena emergenza climatica. Da anni la Scienza mette sotto la lente di ingrandimento le variazioni del nostro clima, e la campanella d’allarme sta suonando inascoltata.

È solo in questo ultimo anno, grazie alla risonanza mediatica di personalità come Greta Thumberg che l’argomento ha avuto una diffusione capillare. È molto più semplice ora informarsi su argomenti quali la riduzione dei rifiuti prodotti, il riciclo, lo scambio di materiale non utilizzato; sono nate associazioni come la Rete Zero Waste e su Instagram ci sono tantissimi profili a cui ispirarsi per avere una vita quotidiana più eco-friendly.

La Giornata Nazionale degli Alberi si inserisce in questo contesto. Istituita nel 2013 dal Ministero dell’Ambiente con la Legge 10 “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”, ha come scopo la tutela dell’ambiente, la riduzione dell’inquinamento urbano e la valorizzazione degli spazi verdi.

Il Ministero ha istituito anche in questa occasione un Comitato per lo sviluppo del verde pubblico, affiancato dall’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale); gli Stati Generali del Verde Pubblico si riuniscono proprio in questi giorni, per la quinta volta, in collaborazione con sei città italiane: Torino, Roma, Bologna, Milano, Lecce, Venezia e Napoli.

Spesso dimentichiamo quanto siano importanti gli alberi per la nostra vita: una pianta di 30 centimetri di diametro può assorbire fino a 30kg di CO2 all’anno, oltre a smaltire agenti inquinanti come le polveri sottili.

bosco di montagna

Un altro beneficio incredibile degli alberi in città è la loro capacità di proteggere dal calore: le estati sono ogni anno più torride e insopportabili, e l’ombra delle fronde diventa un vero e proprio miracolo.

Attraverso le radici, la pianta assorbe acqua dal suolo e la trasmette in forma liquida alle foglie, che evapora attraverso le aperture degli stomi, diffondendosi nell’atmosfera. Anche il terreno rilascia umidità grazie all’acqua che evapora anche dal suolo: questo fenomeno si chiama evapotraspirazione. 

E per questo che quando camminiamo attraverso una strada assolata, riceviamo un piacevole beneficio riparandoci sotto la chioma di un albero!

L’asfalto, il cemento, il calcestruzzo, i mattoni, trattengono una grandissima quantità di calore, amplificando così la temperatura: la differenza dei gradi centigradi nella stessa giornata può essere anche di 1/2 gradi tra città e campagna.

Con l’innalzamento sempre più evidente delle temperature si capisce quanto sia fondamentale popolare le nostre città con alberi che andrebbero a migliorare la vivibilità dei centri abitati, in un ottica di risparmio energetico (meno calore, meno uso dei condizionatori) e dell’immagine cittadina.

Volete mettere un grande parco popolato da bambini, persone che fanno sport, cani a passeggio, con una distesa di cemento rovente?

Sono centinaia gli eventi organizzati sul territorio italiano per questa giornata: Legambiente dedica una parte del suo sito proprio a questa occasione (qui).

Da tener presente sono anche iniziative quali Treedom Trees, un sito web che permette di adottare a distanza un albero: un regalo natalizio bellissimo e originale, oltre che utile per il nostro Pianeta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *