instagrammare le piante

Smartphone o reflex?

Una grande sfida a suon di pixel

Il campo della fotografia ha in questi anni subito un cambiamento radicale. Una volta scattare foto era innanzitutto costoso: la pellicola andava lavorata in modo specifico, con materiale apposta, da personale professionista, mentre oggi è sufficiente un telefono per immortalare un ricordo o un paesaggio.

Acquistare un apparecchio fotografico era davvero costoso e sopratutto ingombrante: ricordo la reflex analogica di papà, e quegli obiettivi pesanti chili e chili!

Oggi un telefono con una buona fotocamera ha un costo abbastanza abbordabile e ci sono moltissime app di fotoritocco gratis come Photoshop Express o Lightroom. Scattare quindi è diventato alla portata di tutti

Questi cambiamenti radicali hanno cambiato altrettanto radicalmente le nostre abitudini: sembra quasi obbligatorio ormai scattare una foto al piatto che ci è appena stato servito al ristorante, una cosa impensabile trent’anni fa, ci avete mai pensato?

È meglio il cellulare o la reflex quindi, per scattare foto per Instagram?

Questo social network, come abbiamo già detto nell’articolo precedente, è basato sull’immediatezza, sulla vita vera; sia sul feed ma soprattutto nelle stories, in cui è richiesta la fotografia del nostro quotidiano, pena il sembrare artefatti e costruiti.

Iniziamo prima di tutto a chiederci quanto siamo disposti ad investire e quale tipo di risultato vogliamo ottenere. Oltre che ad un budget economico, in tempo di studio, impegno, fatica. Acquistare una reflex e scattare in modalità automatica è come avere una Ferrari per girare nel giardino di casa. 

Incastrare tempo di scatto, ISO, apertura di diaframma richiede pazienza, studio e tanta pratica. Ci sono moltissimi corsi e manuali online anche gratuiti, ma dovete essere consapevoli del fatto che passerete ore a scattare senza magari avere una foto a fuoco.

Quando capirete il meccanismo però, come in ogni cosa, le soddisfazioni saranno enormi e l’aspetto del vostro profilo sarà sicuramente professionale.

Con uno smartphone invece non è così complicato: i telefonini hanno portato nella nostra vita l’immediatezza, e se dotati di una buona fotocamera, possono regalarvi scatti magnifici anche se non avete neanche idea di cosa voglia dire f/18. Che non è un male, assolutamente. Il tutto sta nel mezzo, non nel risultato, che può essere meraviglioso in ogni caso. Moltissime celebrità usano spesso il telefono, mostrando in maniera reale e senza filtri la loro vita.

Nel caso delle piante, fotografarle richiede molta pazienza e tecnica, spesso i particolari che le rendono uniche sono davvero piccoli: possiamo parlare quindi anche di fotografia macro o naturalistica. 

Abbiamo bisogno quindi di un obiettivo specifico da attaccare alla nostra reflex, che chiaramente ha il suo costo.

Il cellulare in questo caso ci viene in aiuto, mettendo a fuoco particolari molto molto vicini. 

Ancora, la foto fatta con una reflex può avere dettagli incredibili, può essere scattata in modalità RAW e recuperata in post produzione in casi, ad esempio, di sovraesposizione. Con il cellulare difficilimente ne avremmo la possibilità.

E allora, direte?

Dato che per Instagram la scelta del mezzo è solo nostra e del nostro gusto, cosa rende speciale una foto?

La tecnica, la luce, la composizione? Per me una foto è bella quando ci racconta una storia, quando ci fa entrare al suo interno, quando è evocativa, quando ci emoziona.

Tecnicamente, i dati di scatto (= le regolazioni della reflex usate) possono essere assolutamente banali, ma la foto può ricordare il volto di una persona cara, o un viaggio; può aver immortalato un momento unico, può farci venire i brividi ugualmente.

Può far sembrare una giungla un angolo della nostra normale casa.

È l’idea che sta nella testa di chi sta dietro all’obiettivo, qualsiasi essa sia, a rendere una foto comune, una foto speciale e di grande impatto su Instagram.

Reflex o telefono, a questo punto delle cose? Non c’è una risposta giusta e una sbagliata. Il tutto sta a quanto siete disposti a mettervi in gioco e quale risultato volete ottenere.

 Vi appassiona scattare foto, stare ore al pc con Photoshop vi rilassa? Benissimo! Al contrario, se non avete voglia di impegnarvi fino a questo punto, la tecnologia vi fornisce il necessario per poter pubblicare contenuti di qualità.

Certo, la foto di una reflex professionale non sarà mai come quella scattata da un Samsung, ad esempio, ma per noi, appassionati di piante, serve davvero quel tipo di attrezzatura, se non è la nostra passione o il nostro lavoro?

Perché puoi avere migliaia di euro tra le mani ma non raccontare niente.

Ho moltissime foto scattate con la reflex che adoro, e altrettante con il telefono. Ho ottenuto ottimi numeri su Instagram sia con le une, sia con le altre.

foto scattata con la reflex nel giardino di casa dei miei genitori
foto scattata con smartphone nel mio salotto

Voglio pensare che sia la mia passione a trasparire in entrambi i casi.

E tu, cosa preferisci per realizzare i tuoi contenuti?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.