C’è un gran movimento oggi nel Bosco, è iniziato Dicembre e Mamma e Babbo Natale stanno ultimando i pacchetti, aiutati dai loro piccoli amici. Ogni cosa deve essere perfetta.

Vero Signor Scoiattolo?

Signor Scoiattolo è proprio un gran pasticcione

È solito nascondere i nastri più caldi e morbidi per i pacchetti nella sua Tana, e poi dimenticarsene.

“Mi ricordavo fosse qui, da qualche parte”, borbotta almeno una decina di volte al giorno, correndo qui e là, tra carte, bigliettini e foglie.

Ma le sue zampette veloci sanno intrecciare i fiocchi migliori del Bosco, per cui lo perdoniamo ogni volta.

 

Il profumo dell’inverno è forte e chiaro. 

 

Coniglietta l’ha sentito subito, appena uscita dalla sua tana. L’aria si infila pungente come aghi di pino nel suo piccolo naso, rizza il suo pelo soffice e raffredda le sue zampette. Accarezza i suoi baffetti.

 

La neve è caduta soffice stanotte, sul prato e sul muschio gelato.

La brina fa luccicare le foglie e il sole tiepido le fa gocciolare piano piano. 

 

“È proprio profumo d’Inverno questo. Bentornato caro amico!”

“Hai visto la mia sciarpa?”

 

Chiede Volpina tutta fiera a Signor Riccio, che ne constata la fattura e la morbidezza.

“Hai già scartato un regalo natalizio? Eh eh, mia cara, non si dovrebbero aprire prima!”

“Ma questo è il regalo di Nonna Volpe, non potevo più aspettare!”

 

“Allora hai ragione, i regali dei nonni sono i più speciali!”.

“Li riesci a vedere da lassù, signor Gufo?”

“Me l’avete chiesto un secondo fa, coniglietti curiosi!”

 

Signor Gufo arruffa le sue penne e si sistema comodo tra i rami del Grande Abete. 

La sua casa è la più alta del Bosco e lui meglio di tutti riesce a veder partire la Slitta.

 

Improvvisamente si sente un tintinnio e delle risate. Si sentono gli zoccoli e il vibrare della carta dei regali.

“Sono partiti, sono partiti!!”

È Natale anche quest’anno, mormora tra sé e sé.